Viola mammola – Viola odorata L.

La Viola Mammola è una pianta che resta bassa, circa 20 cm e fiorisce nei mesi di febbraio e marzo.

I suoi fiori sono viola, di piccole dimensioni e molto profumati. Significato: nel linguaggio dei fiori e delle piante la Viola Mammola rappresenta la tenerezza.

Preferisce un posizionamento in mezz’ombra.

Portamento

Pianta erbacea perenne, acaule, pubescente di piccole dimensioni (alta 5-15 cm), a rizoma relativamente grosso, dotata di stoloni sotterranei gracili e di stoloni aerei, radicanti ai nodi, allungati, striscianti, fioriferi al secondo anno.

Foglie

Tutte basali sono raccolte in rosetta, verdi scure-bluastre, largamente ovato-cordate o reniformi, ottuse e crenulate, con larghezza massima alla metà e profonda insenatura basale, provviste di stipole lanceolato-ovali, larghe 4-5 mm, con brevi frange ghiandolose.

Fiori

Tipicamente profumati, grandi (15-20 mm), con calice a sepali ovali ottusi, prolungati posteriormente in appendici; corolla viola intenso, raramente rosa o bianca, con sperone diritto di uguale colore (circa 6 mm); petali laterali ripiegati verso il basso e ravvicinati all’inferiore più grande.

Frutto

In capsule subglobose loculicide, a tre valve

Distribuzione e Habitat

Originaria dell’Europa meridionale, è attualmente presente in quasi tutta Europa, da 0 a 1200 m; in luoghi erbosi ed incolti, margini boschivi, siepi, prati; spesso coltivata in giardini ed inselvatichita.

Nella Riserva è comune e abbondante in tutti gli ambienti.

 Utilizzi secondo la tradizione

Della pianta si usano foglie, fiori e rizomi. Le foglie in decotto hanno blande proprietà lassative. I fiori, utilizzati per infusi e sciroppi, possiedono in generale doti antinfiammatorie e depurative e sono considerati uno dei migliori rimedi contro bronchiti, pleuriti, tosse e catarro.
Le radici si usano per decotti espettoranti e come lassativo.

Curiosità

Una leggenda narra che Zeus, che aveva dovuto trasformare una sua amante, Io, in una giovenca, le aveva poi creato un fiore per nutrirsi, la viola mammola (viola odorata).

BIBLIOGRAFIA E ARCHIVIO FOTOGRAFICO Museo del Fiore

Archivio Interattivo del Museo del fiore nella Riserva Naturale Monte Rufeno

a cura di Gianluca Forti

© 1999 – Museo del Fiore – Comune di Acquapendente (VT)