L’inverno è certamente uno dei periodi più ostici per gli animali, non tanto per le basse temperature, quanto per la difficoltà nel reperire cibo specialmente quando ci si trova in condizioni delicate come la gravidanza! Il capriolo (Capreolus capreolus) termina la stagione degli accoppiamenti nel periodo estivo e in teoria la gestazione durerebbe 4-5 mesi. Si troverebbe perciò a dover partorire e accudire il piccolo nel bel mezzo dell’inverno.
Per evitare situazioni estreme come queste e assicurarsi un maggior successo riproduttivo, il capriolo può mettere in atto quella che viene definita “pausa embrionale”, ovvero rallentare lo sviluppo embrionale (grazie a fenomeni metabolici e ormonali) fino al sopraggiungere di momenti più propizi e poter partorire in primavera. In questo modo la gestazione può durare circa 280-290 giorni, quasi quanto quella di un essere umano!