Insetto stecco – Bacillus rossius (Rossi, 1788)

Classe: INSECTA 

Ordine: Phasmatodea 

Famiglia: Bacillidae

 Descrizione

Lunghezza fino a 10 cm; colorazione bruno chiara, o verde chiara, uniforme; corpo estremamente allungato e sottile, con capo piccolo e rivolto in avanti e zampe lunghe, sottilissime. Ali assenti. I femori delle zampe anteriori hanno un incavo sul bordo interno, cosicché, quando le zampe vengono tenute rivolte in avanti, il capo può essere allocato tra i due incavi, e nel profilo generale del corpo non si distingue il passaggio tra capo e torace.

Ruolo ecologico
Questa specie ha abitudini notturne, e preferisce trascorrere il giorno immobile nel folto della vegetazione. Il suo estremo mimetismo la rende piuttosto difficile da osservare, sebbene sia localmente molto comune. Di notte si sposte alla ricerca di cibo, costituito da foglie di rovo e altre piante. Le uova vengono lasciate cadere dalla femmina direttamente sul terreno, e l’incubazione è piuttosto lunga.

 Alimentazione

Regime dietetico stadio giovanile: Fitofago
Regime dietetico stadio adulto
: Fitofago

Ambiente 

Questa specie è diffusa nei boschi termofili, nelle macchie, nelle siepi. Più comune nelle aree calde rispetto a quelle più fresche e temperate.

La specie è diffusa nell’Europa meridionale. In Italia è più comune presso le coste e nelle regioni meridionali.

Curiosità

Alcune popolazioni sono partenogenetiche. Le femmine depongono uova senza l’intervento del maschio, producendo altre femmine a loro volta partenogenetiche.

BIBLIOGRAFIA E ARCHIVIO FOTOGRAFICO Museo del Fiore

Archivio Multimediale del Territorio della Riserva Naturale Monte Rufeno

a cura di Gianluca Forti, Roberto Papi e Bruno Paparatti

© 2001 – Museo del Fiore – Comune di Acquapendente (VT)