#IntornoAlMuseo

L’Upupa

𝑳𝒂 𝒗𝒊𝒕𝒂 𝒊𝒏𝒕𝒐𝒓𝒏𝒐 𝒂𝒍 𝑪𝒂𝒔𝒂𝒍𝒆

Tra gli uccelli è quello che ha l’acconciatura più punk… Di chi parliamo?

Benritrovat@, l’ospite speciale di oggi è la bellissima Upupa, già arrivata nei nostri boschi😉

L’Upupa (Upupa epops) è un uccello Bucerotiforme appartenente alla famiglia degli Upupidi.

La sua colorazione assai accesa la rende facilmente identificabile: un piumaggio rosso-arancio con ali e coda bianche e nere, la testa sormontata da un ciuffo erettile di penne con punta nera e un lungo becco bruno scuro leggermente ricurvo che può arrivare a misurare fino a tre volte la lunghezza del cranio!
Con una lunghezza media di 30 cm e un peso che varia tra i 50 e i 90 grammi, l’Upupa è un uccello che ama i climi miti e gli spazi aperti scarsamente antropizzati e dotati di superfici verticali, come gli alberi vetusti, dai quali possono trovare riparo per la costruzione dei nidi durante il periodo riproduttivo.
Detiene un areale molto vasto che comprende parte dell’Europa, Asia e Africa.
Migra verso siti più caldi solo nelle aree temperate, mentre nelle zone tropicali e subtropicali è stanziale.

Sapevi che il suo nome è stato determinato dall’onomatopea del suo caratteristico canto trisillabico “hup- hup- hup”?

Prevalentemente insettivoro, questo uccello non disdegna talvolta lombrichi, ma anche vertebrati come lucertole neonate e anfibi di piccola taglia.
Monogamo durante la stagione riproduttiva, costruisce nidi non imbottiti nelle cavità di alberi secolari o dei muri, arrivando a deporre fino a un massimo di 12 uova con schiusa asincrona, per una covata all’anno.
L’incubazione non è simultanea, ogni uovo, infatti, inizia il proprio periodo di sviluppo subito dopo la deposizione e, per questo motivo, all’interno del nido i fratelli possono avere fino a sedici giorni di differenza l’uno dall’altro. Alla quarta settimana dalla schiusa i piccoli sono pronti per involare.

 

Contattaci

📞 +39 388 856 8841 (anche WhatsApp)

📧 info@museodelfiore.it

1 + 11 =