#IntornoAlMuseo

Il Tarassaco

𝑳𝒂 π’—π’Šπ’•π’‚ π’Šπ’π’•π’π’“π’π’ 𝒂𝒍 π‘ͺ𝒂𝒔𝒂𝒍𝒆

Buon Mercoledì dalla nostra rubrica!

Oggi inauguriamo le prime fredde mattinate invernali parlando di un fiore che invece ci riscalda nel ricordare tanto la primavera e del quale il Museo espone un modellino nella nuova sala a tema multivisione animale: 𝐒π₯ π“πšπ«πšπ¬π¬πšπœπ¨.

Il Tarassaco (π‘‡π‘Žπ‘Ÿπ‘Žπ‘₯π‘Žπ‘π‘’π‘š π‘œπ‘“π‘“π‘–π‘π‘–π‘›π‘Žπ‘™π‘’) Γ¨ una pianta erbacea perenne molto comune, anche in Riserva, specialmente negli ambienti incolti.

Appartiene alla famiglia delle Composite o Asteracee e si caratterizza da uno stelo eretto e cavo, senza foglie, disposte invece in rosette basali e, da febbraio a maggio, mostra sgargiante nei prati i suoi fiori gialli, riuniti a formare delle infiorescenze a capolino.

Nel dialetto comune Γ¨ un fiore dai molteplici nomi, lo conosciamo tutti infatti sia come π‘π‘–π‘ π‘π‘–π‘Žπ‘™π‘™π‘’π‘‘π‘‘π‘œ π‘œ π‘π‘–π‘ π‘π‘–π‘Žπ‘π‘Žπ‘›π‘’, per via delle sue note π‘π‘Ÿπ‘œπ‘π‘Ÿπ‘–π‘’π‘‘π‘ŽΜ€ π‘‘π‘–π‘’π‘Ÿπ‘’π‘‘π‘–π‘β„Žπ‘’ 𝑒 π‘‘π‘’π‘π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘‘π‘–π‘£π‘’; ma anche come π‘ π‘œπ‘“π‘“π‘–π‘œπ‘›π‘’, per l’aspetto dell’infiorescenza quando sono presenti i frutti, chiamati acheni, che con un semplice soffio volano via con i loro pappi come tanti piccoli paracadute.

Sicuramente simboleggia un fiore magico legato ad antiche usanze popolari, non a caso ancora oggi la sua presenza fa sognare nell’esprimere un desiderio soffiando via i suoi piccoli frutti.

Vieni al Museo per assaporare la meraviglia di come il Tarassaco viene visto dalle api! Sapevi che ha un colore completamente diverso ai loro occhi?

Β Β 

Contattaci

πŸ“ž +39 388 856 8841 (anche WhatsApp)

πŸ“§ info@museodelfiore.it

4 + 15 =